Nulla accade per caso

Nei primi giorni di giugno, Professione Finanza, società leader nella formazione per consulenti finanziari, ha organizzato un importante evento dedicato alla finanza comportamentale. Ospite d’eccezione è stato il grande economista statunitense Richard Thaler il cui contributo agli studi di economia comportamentale ha raggiunto il massimo riconoscimento con il Premio Nobel vinto nel 2017. Per l’occasione, Professione Finanza ha anche dedicato interamente l’edizione di giugno della rivista MyAdvice alla finanza comportamentale.

Gestione attiva non è, non può e non deve essere sinonimo di rendimento positivo. E chi automaticamente fa questa associazione commette un grave errore. Cosa significa gestione attiva? Siamo nel mondo dei fondi comuni d’investimento, cioè di quegli strumenti d’investimento utilizzabili, generalmente, da qualunque tipo di investitore con l’obiettivo di raggiungere obiettivi di performance funzionali ai motivi per cui investe. Esistono tantissimi tipi di fondi. Dai classicissimi fondi azionari, agli

Ci siamo. Eccoci all’articolo di chiusura della rubrica sul passaggio generazionale. Rubrica che ho voluto dedicare alle ragioni, ai perché, alle motivazioni che dovrebbero spingere le persone a pianificare il passaggio dei propri beni. Perchè che possono essere classificati in due grandi gruppi: quelli che dovrebbero spingere tutti indistintamente ad organizzare il trasferimento del proprio patrimonio e quelli che riguardano maggiormente chi si ritrova a vivere una situazione più specifica,

Famiglia senza figli. Siamo al secondo post, oltre a quello di apertura, della rubrica sul passaggio generazionale e voglio spiegarti perché le coppie sposate che non hanno avuto figli hanno almeno un paio di motivi in più, rispetto alla famiglia con prole, per cui dovrebbero occuparsi di pianificare il passaggio delle loro ricchezze. Se non decidi tu, decide la legge per te. Te l’ho detto in apertura di rubrica.. ricordi?

Quali ragioni possono motivare gli attori di una famiglia “allargata” a riflettere sulla pianificazione del passaggio generazionale del loro patrimonio? Nel post di apertura alla mia breve rubrica sul passaggio generazionale, hai senz’altro percepito che parlare di pianificazione successoria trova la sua massima espressione se hai messo chiaramente a fuoco il problema che vuoi andare a risolvere attraverso la pianificazione stessa. Non è sempre facile perché, a volte, il problema

Ho riflettuto a lungo prima di scrivere articoli su quello che molti definiscono come “passaggio generazionale”, inteso come trasferimento delle proprie ricchezze alla generazione successiva e ai propri eredi più in generale. Ho cercato che tipo di pubblicazioni fossero già sul web e ho sfogliato tutte le riviste lette e sottolineate che ho in libreria. Tantissime si focalizzano sugli strumenti disponibili, nel nostro ordinamento o anche al di fuori di

Innumerevoli sono le volte che hai visto organizzare convegni sul passaggio generazionale o sulle donazioni come strumento per anticipare il trasferimento dei beni. Risparmio fiscale, continuità aziendale, armonia famigliare sono solo alcune delle ragioni che vengono poste a giustificazione di questo importante momento della vita patrimoniale di ciascuno di noi. Il momento in cui iniziare a ragionare su questi aspetti è ieri. In questo articolo, tuttavia, mi concentro su un’altra

Spesso si parla di volatilità associandola alle sole oscillazioni negative di mercato. L’informazione passata così è però distorta e incompleta. Se il titolo che hai comprato sale velocemente è volatile? Sì. Sono volatili solo le azioni? No, anche le valute, i titoli obbligazionari, i fondi comuni d’investimento, talune tipologie di polizze e tanti altri strumenti. Lo stesso strumento è volatile sempre allo stesso modo? No, la volatilità cambia anche nel

L’argomento è delicato, tocca il cuore e i sentimenti di tanti, può avere molteplici declinazioni differenti… Parlo di equità tra figli. Meglio, parlo del desiderio che tante persone hanno di fare in modo che i propri figli abbiano le stesse cose e possano apprezzare ciò che sarà loro lasciato, nel modo in cui sarà loro lasciato. Sempre facile non è. A volte, addirittura inconsapevolmente, si ottiene l’effetto esattamente opposto. Prendo

Cos’è un PAC ormai lo sappiamo. Anche lungo i pendii dove riecheggia l’eco, se urli forte “Cos’è un PAC?”, la montagna non ripete il tuo quesito ma ti risponde coscienziosamente che è un piano di investimento strutturato su un periodo lungo quanto vuoi tu accantonando importi della cifra che desideri tu.. lo sanno tutti, anche la montagna. Tema inflazionato quindi? No, se vai oltre agli aspetti più noti. Possiamo parlarne